L'ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE

DI ROSALBA TRENTINI

GUARDA IL VIDEO

Originaria delle Giudicarie, frequentatrice di corsi all’Istituto d’Arte e all’Accademia “Cignaroli” di Verona, Rosalba Trentini abita da oltre vent’anni a Trento. Si è fatta conoscere in molte importanti collettive e personali.

Dal 2010 ha maturato un suo stile pittorico, una sua inconfondibile tematica: le memorie della civiltà contadina e dell’archeologia industriale.

Rosalba gira con la sua macchina fotografica, va a scovare i relitti del passato e li fotografa. Poi nel suo studio di artista li elabora, li fa vivere sulla tela, usando la classica pittura ad olio. Ne escono immagini fantasmatiche di una realtà aggredita e quasi cancellata dal tempo: edifici e oggetti che esprimono la labilità della realtà, le rughe del tempo, il tramonto e la morte di ciò che è vissuto.

In questa mostra tematica nell’ambito del Premio di Poesia “Alicante”, che ha visto in oltre vent’anni esposti alcuni dei maggiori artisti trentini viventi, Rosalba Trentini espone una ventina di quadri in cui appaiono fabbriche trentine morte come l’Italcementi e la Sloi o dalla vita precaria come le Acciaierie di Borgo Valsugana. Sono opere di notevole forza pittorica, di struggente suggestione: con la duplice valenza di documentare il passato e di farci riflettere sul presente.
 

Renzo Francescotti

© 2018 Rosalba Trentini.

Tutti i diritti e il copyright delle opere e dei testi

pubblicati su questo sito sono riservati.